– STORIA DELLA CANZONE Days In Gloucestershire – By Damien Shields


michael-jackson-brad-buxer-michael-princeDa sinistra verso destra:Brad Buxer, Michael Jackson, Michael Prince

Pubblicato: 6 marzo 2014

Un viaggio dei Jackson Five nel Gloucestershire, Inghilterra, ha ispirato Michael Jackson a scrivere una canzone 30 anni dopo.

La canzone Days In Gloucestershire – nasce dalla collaborazione tra Jackson, il suo co-autore Brad Buxer e il fidato ingegnere del suono Michael Prince. In generale, può essere considerata come qualcosa che compensa lo stato d’animo insito nella precedente canzone concepita da Jackson e Buxer, I Am A Loser.

In breve all’inizio del 2003, Jackson e Buxer soggiornavano in adiacenti camere d’albergo a Las Vegas, dove lavoravano sul del materiale musicale.

Una notte Buxer, che all’epoca attraversava una crisi relazionale personale, camminava nella stanza ripetendo: “I’m a loser! I’m just a loser! ” Jackson, ha sentito Buxer attraverso il muro, bussò alla sua porta e chiese: “Che succede?”

“Oh, Oh I’m a loser…” (“Oh, io sono un perdente … “), Buxer ha detto, prima di spiegare la sua situazione.

“Scriviamo una canzone,” suggerì Jackson. E questo è ciò che hanno fatto.

Nel 2004, Jackson e Buxer hanno nuovamente lavorato insieme al Ranch di “Neverland”, questa volta insieme a Michael Prince. Nonostante a “Neverland” ci fosse un piccolo studio dotato di moderne attrezzature, il brano Days in Gloucestershire è stato registrato in uno dei bungalow nella proprietà del ranch. Buxer aveva un piccolo studio allestito in un bungalow, Prince ne aveva uno in un altro bungalow, e Jackson si era sistemato con i suoi figli in un altro ancora.

Jackson si era trasferito in un bungalow del ranch con i suoi figli, dopo che la sua casa, tra cui la camera da letto e l’ufficio privato, era stata sottoposta a una perquisizione della polizia il 20 novembre 2003 in relazione alle accuse di molestie su minori. Jackson è stato arrestato, accusato, ed era in attesa del procedimento processuale (dove poi fu prosciolto da tutti i capi di accusa).

Dopo aver scritto una canzone sul tema di essere un “perdente” Jackson e Buxer cominciarono a ricordare vari episodi della loro vita in cui erano stati felici, e come avevano superato alcuni momenti difficili. Michael ha raccontato che quando era un membro dei Jackson Five, ha visitato un luogo incantevole in Inghilterra chiamato Gloucestershire. Jackson, tuttavia si è preso la libertà creativa (come faceva spesso) – di pronunciare il nome di questa contea sud-occidentale come è scritto, e non come in realtà si dovrebbe leggere. Secondo Jackson, il tempo che ha trascorso in Gloucestershire come adolescente di tre decenni fa, durante un tour con i suoi fratelli, era ancora uno dei suoi ricordi più belli. E così, come avevano fatto in precedenza con la natura di essere un “perdente”, Jackson e Buxer hanno tradotto un momento di vita felice in arte musicale.

Buxer ha composto la musica e Jackson ha scritto brevemente la lirica, quando Brad è andato a casa per qualche giorno. Michael Prince è rimasto al ranch con Jackson e ha registrato tutte le parti vocali con il Re del Pop in uno studio improvvisato proprio lì nel bagno del bungalow – cosa abbastanza usuale per Jackson.

Purtroppo, come per la maggior parte del materiale su cui Jackson ha lavorato durante gli ultimi anni della sua vita, non ha terminato il brano. Nella versione attuale e finale, la canzone è composta da una sola strofa e un ritornello che Jackson ripete ancora e ancora.

“Jackson spesso registrava la prima strofa e il ritornello, mentre la seconda strofa veniva sviluppata in un secondo momento – dice Teddy Riley parlando delle abitudini di Jackson di scrivere o registrare un demo. Era solo un modo di lavorare su un’idea”.

Questo è come Jackson ha lavorato, per selezionare le tracce che gli piacevano e cosa no.

“Quando scrivo, faccio una prima versione grezza del demo, solo per ascoltare il coro e per capire se mi piace, – ha spiegato Jackson. – Se mi piace in questa forma grezza, allora so che il lavoro funzionerà. Seguo lo stesso processo per ogni canzone. La melodia. La melodia è la cosa più importante. Se la melodia mi tocca, poi passo alla fase successiva.”

La canzone Days in Gloucestershire non può essere considerata completa, ma a giudicare dalla reazione positiva dei fan di Jackson, dopo che è filtrata in rete, così come per quelle persone che la vedono come un’opera d’arte, il suo stato di lavorazione incompleto, sembra avere poca importanza.

FINE

Fonte: http://www.damienshields.com/jackson-5-visit-to-gloucestershire-inspires-unreleased-michael-jackson-recording-three-decades-later/

Traduzione di:Grazia28 per ONLYMICHAEL JACKSON

– Vietata la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...