– MORPHINE – By Joseph Vogel


“Morphine” è la seconda traccia dei cinque inediti contenuta nell’album “Blood on the Dance Floor: HIStory in the Mix” pubblicato a maggio 1997. Tema centrale della canzone è l’uso del farmaco Demerol che Michael condanna nominandolo più volte.

La canzone è stata scritta, composta, arrangiata (come l’arrangiamento vocale e dell’orchestra) e prodotta da Michael Jackson. Inoltre l’artista ha suonato percussioni, batteria e chitarra di credito congiunto con il collaboratore di lunga data a fianco di Slash. “Morphine” contiene una clip audio da “The Elephant Man”, per gentile concessione di Paramount Pictures.

Le persone spesso fanno fatica a riconoscere che gli artisti crescono ed evolvono nel tempo. Quando Bob Dylan ha suonato una chitarra elettrica, molti l’hanno considerato un sacrilegio, così come i Beatles sono passati dalle canzoni d’amore sentimentali alle dichiarazioni sociali e la musica psichedelica nella mente della gente, ha fatto perdere il loro fascino iniziale e il richiamo di massa.

L’opinione comune per Michael Jackson era che ogni album post-Thriller non similare o con numeri di vendita inferiori o pari a Thriller era considerato un fallimento, questo nonostante che dopo di esso sono stati pubblicati alcuni dei suoi lavori più importanti e di maggior impegno. Chiamatela maledizione e stasi dell’aspettativa.

Le persone, tuttavia, che hanno prestato un serio ascolto a, Blood on the Dance Floor: HIStory in the Mix lo hanno visto un lavoro davvero importante. Questo contiene solo cinque nuove canzoni, ma l’album è considerato da molti un punto di svolta a livello artistico. “Nei primi cinque brani inediti, il suo canto non è mai stato così tormentato o audace”, ha scritto Armond White di Village Voice. “La vitalità di Blood on the Dance Floor è intelligenza che rifiuta di essere placata… [E] è una sfida al concetto della innocua musica pop black”. In una recensione del 1997 Neil Strauss di The New York Times concordava: “C’è vero e proprio dolore e pathos in queste nuove canzoni… il dolore di Jackson spesso suscita l’ilarità del mondo, e questo è probabilmente vero nelle sue nuove canzoni, in cui lui è preoccupato dagli antidolorifici, la promiscuità sessuale e l’immagine pubblica.Jackson in molte di queste canzoni si presenta come l’uomo elefante che grida il suo essere umano… La musica in armonia con l’umore più cupo di Jackson, è più arrabbiata e indignata. Ci sono ritmi fragorosi come lastre di metallo e suoni sibilanti del sintetizzatore che evocano il gas pressurizzato, questa è musica funk ‘industriale’ … In questo modo Jackson è entrato in un nuovo regno attraverso la sua creatività .”

La canzone Morphine è tanto coraggiosa quanto inquietante e Jackson affronta un tema che non aveva mai toccato prima: la dipendenza dalla droga. Il cantante si scaglia in esplosioni viscerali di rabbia, e dolore in un implacabile funk beat ‘industriale’. “E’ un tutto un gioco, papà“, urla a un certo punto. “Per vincere la fama, baby / E’ tutto lo stesso, baby / Sei così affidabile“. Il suono combinato con la rabbia e la delusione trafigge l’orecchio (il critico musicale Tom Sinclair lo ha descritto come “avvicenda lo stile sturm & clang – tempesta e armonia‘ – di Trent Reznor – allo sfarzo orchestrale di Bacharach”), e l’ascolto produce un’esperienza sconvolgente, in particolare per chi è abituato al leggero pop melodico di Off the Wall e Thriller (anche se canzoni come Wanna Be Startin ‘Somethin’ e Billie Jean hanno annunciato la complessità, la paranoia e il dolore rappresentato in queste tracce successive). Morphine è valutata una canzone sperimentale – sia nei suoni e nel testo – nel rappresentare l’esperienza del dolore fisico/psichico, e il temporaneo sollievo attraverso antidolorifici narcotici come il Demerol e la morfina (è stato riportato che Jackson fosse dipendente a fasi alterne da tutte e due i farmaci dai primi anni novanta).

La composizione del brano trasmette in modo brillante questa esperienza: a circa metà canzone il ritmo stridente rallenta, che raffigura simbolicamente l’effetto calmante del farmaco. “Rilassati, questo non ti farà del male,” Jackson canta rassicurante nell’attesa dei “benefici” prodotti dall’assunzione del farmaco.

Prima che lo inietti
chiudi gli occhi e conta fino a dieci
non piangere, non ti convertirò
non c’è da aver paura
chiudi gli occhi e lasciati andare

Demerol, Demerol, Oh Dio sta prendendo il Demerol
Demerol, Demerol, Oh Dio sta prendendo il Demerol

Lui ha provato in tutti i modi
a convincerla a dargli
più di quel che lui aveva già
oggi lui ne vuole il doppio
non piangere
non me la prenderò con te
ieri avevi la sua fiducia
oggi ne prende il doppio

Demerol, Demerol, Oh Dio, sta prendendo il Demerol
Demerol, Demerol, Oh Dio, sta prendendo il Demerol

Questi versi sono forse i più struggenti (e tragici) di Jackson che abbia mai cantato. Al di là del senso letteraledel farmaco stesso, Jackson anela il desiderio continuo di sfuggire dal dolore, dalla solitudine, dalla confusione e dalle continue pressioni. In questo breve interludio, lui trasmette magnificamente la liberazione rilassante, seducente, ma temporanea dalla realtà. C’è un sensazione di supplica e disperazione, prima che l’euforia termini bruscamente, e l’ascoltatore è sbattuto di nuovo nella dura realtà fatta di accuse e paura. Il sito web Sputnikmusic ha recensito questa sequenza musicale come un “momento di puro genio assoluto”. Il brano, scritto e composto da Jackson, è uno dei suoi lavori più sperimentali e significativi. Michael con questa canzone confessa una sua esperienza personale e da testimone è un monito per gli altri.

Fine

-Fonte: Joe Vogel: Michael Jackson: Man in the Music, Part 2 (Morphine)

Traduzione di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON

– Vietata la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com

Annunci

One thought on “– MORPHINE – By Joseph Vogel

  1. Pingback: - “FEATURING MICHAEL JACKSON” – By Joseph Vogel | ONLYMICHAELJACKSON

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...