“SAY – SAY – SAY” – Il making – By John Hammel – 1983


SAY . SAY . SAY

By John Hammel
3Avrai di certo visto, oramai, Paul McCartney, Linda McCartney e Michael Jackson nel video musicale ricco d’azione Say, Say, Say. Luoghi country, personaggi pittoreschi ed una fantastica colonna sonora! Un lungometraggio in meno di 4 minuti. Abbiamo pensato che ti avrebbe fatto piacere sapere le storie dietro le quinte del video finale. Quindi andiamo a conoscere i retroscena di “The Mac & Jack Show”…
L’idea originale per il video di accompagnamento di Say, Say, Say è stata di Paul McCartney. Era occupato a finire il suo album “Pipes of Peace”, e stava apportando le ultime modifiche al film “Give My Regards To Broad Street” per completarlo, ma voleva farvi vedere, lui e Michael Jackson in Say, Say, Say. Così abbiamo fatto i bagagli – e siamo andati a Los Angeles per quattro giorni.
Il regista era Bob Giraldi, che aveva lavorato con Michael per il suo sensazionale video Beat It. Il luogo delle riprese era una bella cittadina chiamata Los Alamos, a circa 45 km da Los Angeles (abbiamo saputo più tardi che in questa città è stata creata la prima bomba atomica). Il mio lavoro era quello di perlustrare i luoghi, e verificare che tutto sfosse a posto. Fortunatamente, Trevor Jones, mi ha accompagnato. Abbiamo lavorato con Paul per qualche tempo, così entrambi sappevamo ciò che era richiesto fare.
Tutta la troupe ha soggiornato in una piccola città chiamata Buellton, (famosa per la sua zuppa di piselli!) mentre Michael stava in un albergo lungo la strada per Stavanger, famosa per i suoi dolci! Paul e Linda si sono sistemati in un posto sicuro, e il giorno dopo ho guidato con Paul per un incontro con Bob Giraldi per discutere le riprese. Paul, alla vista dell’auto noleggiata, però, ha deciso di guidare lui! È una vera Corvette originale – cruscotto digitale illuminato a led, computer di bordo, che calcola quante miglia per gallone stai facendo a una certa velocità. È stato certamente un cambiamento piacevole farsi condurre da Paul McCartney!
Los Alamos in sé è un posto incredibile! – una vera e propria città dal sapore western, uscita direttamente dal 1880; Ti aspetti di scorgere all’orizzonte John Wayne a piedi lungo la via principale. Ti ricorderai le scene del video finito quando Paul entra nell’hotel, beh, questo è un posto davvero incredibile. Il proprietario ha mantenuto perfettamente l’hotel in stile anni Venti e Trenta e tutto è autentico, dalle riviste agli accessori del bagno! Abbiamo affittato un magazzino, dove sono stati allestiti i set che si vedono nel video, e, Paul e Linda sono andati per provare i costumi e Paul ha imparato i suoi passi di danza da un coreografo di nome Jeff, veramente bene e veloce. Quindi, il lavoro è finito per le quattro del pomeriggio, Paul e Linda sono rientrati in albergo per un periodo di riposo, e ci rilassiamo – la calma prima della tempesta. Io vado a dare un’occhiata in un’altra città tipica western, oltre l’autostrada 101, è grande, e l’unica cosa che non è esattamente come qualcosa di “High Noon” (Mezzogiorno di fuoco) è il distributore di benzina della città!
Il 4 di ottobre sono iniziate le riprese e tutto lo staff è arrivato assurdamente presto, qualcosa di simile alle 5:30! Pazzesco! C’erano decine d’auto di epoca sul set quando siamo arrivati. Sono tutte perfettamente restaurate per i film di Hollywood e l’unica differenza è che sono dotate di un cambio automatico, a quanto pare gli attori non sanno nemmeno guidare e ingranare le marce, allo stesso tempo!
La prima ripresa è solo di Paul, Linda e Michael che guardano da un camion. Dopo il trucco e aver indossato il costume, Paul e Linda hanno preso posto sul set, e un macchinista ha detto: “Luci, macchina da presa … Azione!” Proprio come in un film. Tutta va bene la prima mattina, salvo che un tecnico cade da una scala, fortunatamente non riporta lesioni gravi, solo un polso slogato, così facciamo la pausa per il pranzo prima. Le ragazze locali hanno preparato un bellissimo barbecue per il pranzo. È una bella giornata calda, e i tavoli su cavalletti sono tutti apparecchiati, così noi ci sediamo a mangiare.
È a pranzo che la prima di una serie di incredibili coincidenze si verificano: la signora che gestisce il ranch dove stiamo girando si chiama Rita, e viene dal Yorkshire! (Lei dice che questa parte della California è proprio come il Yorkshire – fatta eccezione per le lucertole e le tarantole). Dopo il pranzo, Paul, Linda e Michael, hanno incontrato un gruppo di studenti venuti con il loro insegnante. Tutti hanno firmato autografi e chiacchierato con i bambini e hanno reso tutti molto felici.
Di primo pomeriggio ci spostiamo all’orfanotrofio per girare una scena. La figlia di Paul e Linda, Heather, è in scena, e lei è davvero adorabile. Corre attraverso il prato per incontrare Paul e Linda, che arrivano in cima alla collina con una grande borsa piena di soldi per i bambini. Sullo sfondo, Michael sta facendo una spettacolare sequenza di danza sulla recinzione.
C’è una pausa delle riprese, e Trevor è andato ad aiutare Linda per ordinare alcune cose quando Paul chiede una tazza di tè. Ora, normalmente, non è un problema, ma quando si è praticamente in mezzo al deserto, questo è un problema! Corro a prendere un po’ di acqua calda, e alla meglio preparato il tè su una pietra. Era una vecchia tazza, quindi ho dovuto ribollire l’acqua per ottenere un buon tè, che è qualcosa che gli americani ancora non hanno imparato. Il posto era davvero fuori mano, in modo che quando abbiamo finito di girare per il giorno, prendo il camion con Linda e Paul a “cassetta”, mentre Michael Jackson è rientrato in Rolls Royce!
L’indomani, siamo ritornati a girare a Los Alamos, alcune scene interne nell’Union Hotel. Paul è ripreso mentre gioca a una partita di biliardo con un personaggio dall’aspetto inquietante (che è in realtà il regista del film, Bob Giraldi). Si passa poi all’esterno, per girare una importante scena di Paul, Linda e Michael che guida lungo la strada principale il camion. Ovviamente ha richiamato una folla di gente, che si è fermata a guardare lungo il lato della strada. Tutti gli operatori erano occupati all’impostazione della ripresa, quando Trevor ha notato l’immagine della folla riflessa sulle finestre dell’hotel. È stata una fortuna, come sia stato evitato che la ripresa fosse girata, con un risparmio di costo per ripeterla.
Poi tutti si spostano al piano di sopra, per filmare una scena in una delle camere. Linda è sdraiata sul letto che suona la chitarra, mentre Paul si sta radendo. Siamo nel bel mezzo della ripresa, quando Paul tocca con il suo pennello insaponato la guancia di Michael – che era completamente improvvisata, ma la reazione di Michael è stata così stupefacente che il regista ha deciso di mantenere nel film finito.
say say say 2.jpg aPoco prima, avevo portato a Paul e Linda delle gustose omelette dalla caffetteria adiacente all’hotel, e lì, mi sono messo a chiacchierare con un vecchio. Aveva circa ottant’anni anni e sembrava esattamente come Buffalo Bill. Aveva passato tutta la sua vita a Los Alamos, a parte un periodo, quando era stato all’estero – a Liverpool! Incredibile! Mentre stanno girando dentro, mi sono messo a chiacchierare con delle guardie di sicurezza, che stanno scrivendo la storia della città. A quanto pare ha usato essere un vero e proprio nascondiglio per tutti i fuorilegge nel periodo del selvaggio West. È stato quando “Due onesti Fuorilegge” la utilizzavano per nascondersi dopo aver rapinato diligenze e banche. La guardia era d’accordo, che doveva scrivere un altro capitolo per il libro – il giorno in cui Paul e Linda McCartney, e Michael Jackson sono venuti a Los Alamos.
say say say 3
Il paesaggio nell’intorno qui è incredibile, veri cow-boy, cavalli, bovini, e i più strabilianti tramonti. L’ultima scena della giornata, è stata con Paul, Linda e Michael lungo la strada sopra il camion verso il tramonto. Il sole era in posizione perfetta, appena dietro le colline, questa enorme palla rossa. I tramonti sono davvero stupefacenti, con queste brumose sfumature gialle e arancioni. È stato meraviglioso, e siamo stati fortunati a filmare in quel giorno, perché la gente del posto ci ha detto che aveva piovuto moltissimo ultimamente.
L’ultimo giorno di riprese – la scena nel magazzino /studio dove il “Mac & Jack Show” diventa reale con Paul e Michael che danzano in giacca e cravatta a quadretti. Il numero “Fred Astaire” con il cappello a cilindro è andato storto quando il cappello a cilindro di Paul è rimasto incastrato alla testa! Comunque è stato tutto risolto, e Paul appare in costume come un mago con il suo calderone magico.
2Prima dell’ultima ripresa del giorno, Paul rilascia alcune interviste televisive, e poi lui e Linda sono usciti e hanno incontrato un altro gruppo di studenti e firmato degli autografi. Come Paul e Linda si sono cambiati, vado a prendere la loro auto e la trovo piena di messaggi scarabocchiati, dai fan sulla polverosa carrozzeria. Un lavaggio rapido e lucidata, ed è tornata come nuova. Rientrati in albergo, Linda mi chiede della cena, che era incantevole. Trevor ed io alla fine siamo tornati al nostro hotel, per rilassarci con l’equipaggio – bere un paio di drink, e scaricare la tensione accumulata durante le riprese.
Nel nostro ultimo giorno, Paul spinge la Corvette fino a Los Angeles, che ha fatto – a 160 km all’ora! A causa di ciò siamo arrivati in aeroporto molto presto, e siamo andati a mangiare in un ristorante messicano nelle vicinanze. Non è semplice andare in aeroporto con Paul e Linda, sono sempre riconosciuti dalla gente, e la situazione diventa complicata. Durante il nostro viaggio, vado con loro al negozio duty free, dove hanno comprato alcune magliette e regali per la famiglia, poi sono saliti sull’aereo e se ne sono andati.
Trevor ed io abbiamo bevuto un paio di drink al bar dell’aeroporto, e il nostro aereo è decollato in perfetto orario. Abbiamo dormito per quasi tutto il viaggio, e nel momento in cui ci siamo svegliati, eravamo già nella nostra cara vecchia Inghilterra. Los Alamos sembrava già un sogno. Ma ogni volta che vedo il video di Say, Say, Say, ricorderò con piacere quei quattro giorni pieni d’azione.
FINE
Fonte: Magazine “Club Sandwich”, n° 61-1983
Traduzione di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON

– Vietata la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com

VIDEO ORIGINALE – 1983

NUOVO VIDEO – 2015

REMIX VERSION – 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...