~ La Grande Opera Umanitaria di MJJ ~ (1963 – 1979) ~


~⋆~ MJJUMANITARIO ~⋆~

1965-1979_Pagina_004_Immagine_0001~ Pittura di Nate Giorgio dal titolo “Childrens Of The World” ~

~⋆~

Questa storia non può essere narrata, senza prima di menzionare che la notte del 29 agosto 1958 a Gary, Indiana è nata una stella con una grande anima piena d’amore: Michael Joseph Jackson1965-1979_Pagina_005_Immagine_0001~ Michael Jackson all’età di 5 anni  ~

~ KATHERINE J. RACCONTA IL GIORNO IN CUI È NATO MICHAEL ~

La toccante esperienza con Brandon e Marlon (il difficile parto dei gemelli provocò la morte di Brandon dopo poche ore dalla nascita – ndt) non mi aveva dissuaso dal rimanere di nuovo incinta.
L’anno seguente, il 29 agosto 1958, detti alla luce un altro figlio.
Ricordo bene quel giorno, perché le acque si ruppero, quando la mia vicina di casa, Mildred Bianco ed io stavamo andando a vedere la nuova scuola in costruzione, Garnett Elementary.
“Oh, mio Dio, Mildred, non posso sedermi in auto in queste condizioni!”, esclamai. “Ragazza, non ti preoccupare”, disse Mildred, aiutandomi a salire in macchina.
In seguito alla mia richiesta Mildred mi accompagnò a casa. Chiamai mia madre e insieme al mio patrigno John Bridges mi portarono all’ospedale. Poco dopo l’arrivo, iniziarono le prime contrazioni. Di notte, nacque mio figlio.
“Voglio scegliergli un nome…”, disse mia madre. Odiai il suo primo suggerimento: Ronald.
“Che cosa ne dici di Roy, allora?” Mi chiese. “Oh, mio Dio, mamma! No!”
Lei ci pensò ancora un po’ e poi disse: “Lo so! Michael!”
“Questo, sì, mi piace!”, dissi.
A quel tempo mi ero abituata ai bambini che nascono con una testa dalla forma strana, così la testa di Michael non mi sorprese affatto. Le altre due cose che ricordo di quando per la prima volta lo tenni tra le braccia, erano i suoi grandi occhi castani e le mani lunghe, che somigliavano a quelle di mio suocero.
“Scommetto che è stato un incidente!”, mi diceva sempre Michael, provocandomi. Ma non fu così.
479107556_36a2b6df2f_o[Fonte: “My Family” by Katherine Jackson, 1990]

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

1965-1979_Pagina_006_Immagine_0003~ MICHAEL JACKSON 1970 ~
~ Quelli che conoscevano bene mio figlio possono confermare che Michael è stato una delle migliori persone che avresti voluto incontrare e avere vicino. Amava tutti, ed è stato un padre amorevole e un figlio molto buono.
Michael è stato generoso, gentile, premuroso, divertente, intelligente, sincero e veramente umile. Dei suoi gesti di bontà e generosità era qualcosa di cui non parlava quasi mai; mentre in realtà è stato davvero uno dei più grandi filantropi del nostro tempo. A un certo punto, era attivo in trentanove enti di beneficenza, e il Guinness Book of Records l’ha riconosciuto per le sue donazioni filantropiche in tutto il mondo.
Michael amava i bambini e ha lavorato assiduamente e con passione per migliorare la vita dei meno fortunati, l’ultima cosa che avrebbe fatto, far male a un bambino. […]
[…] Joe ed io abbiamo cercato di instillare i valori culturali nei nostri figli fin da piccoli. Cosicché loro sono cresciuti rispettando e apprezzando tutte le razze.
Quel giorno Joe, ha insistito che i fan non dovessero essere oggetto di discriminazione e si assicurò che i bambini aborigeni potessero incontrare e scattare delle foto con i ragazzi. Fu attraverso tali episodi, che i ragazzi sono cresciuti con quella sensibilità verso le problematiche della segregazione culturale fin da una età molto precoce. Diversi anni dopo, Michael è tornato in Australia e nella città dove vivevano gli aborigeni. Addolorato e colpito per l’oppressione, Michael sperava di incontrare le tribù e cercare il modo per migliorare la loro situazione. […]
[…] Michael è stato un padre, un figlio e un essere umano straordinario. Una persona che ha collocato, nella propria esistenza, ogni principio con la migliore intenzione e con la speranza di ispirare gli altri attraverso dimostrazioni d’amore ed umanità senza precedenti. Il mondo lo conosceva, ma una gran parte non molto. Mio figlio sapeva che i suoi fan sarebbero stati con lui fino alla fine, in cambio ha dato loro amore, talento, speranza e ha cercato d’ispirare il mondo attraverso la sua musica. Non credo che Michael avesse voluto vivere la sua esistenza in modo diverso. […]
Katherine Jackson
[Fonte: “Never Can Say Good Bye” by Katherine Jackson ]
-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

~ RAPSODIA ESTIVA PER MICHAEL JACKSON ~

by Aberjhani
197364_191306500904455_1648148_n

Pubblicato: 19 Agosto 2012
Il vicedirettore del programma “Lady Grace” della stazione radio di Savannah State University WHCJ (90.3 FM)  all’inizio di uno dei suoi spettacoli ha detto, che tra giugno ed agosto, l’emittente avrebbe onorato Michael Jackson. Questo significava che gli ascoltatori potevano auspicare di ascoltare in questo periodo, delle trasmissioni speciali dedicate alla musica del compianto artista Mr. Jackson.
È stato poi proposto un programma più esteso senza interruzione e sono rimasto sintonizzato ad ascoltare. La musica ha saggiato tutto il periodo della carriera di eccezionale ricchezza del genio creativo e comprendeva una varietà di nuovi mix da diversi musicisti e produttori.
Al contrario: mi sono ricordato di un autore, e collega, che mi ha detto che secondo lui, stavano “bruciando” Michael Jackson e non vedeva il motivo per cui tante persone diverse, continuano a esprimere la propria devozione a lui e al suo lavoro. Ho ascoltato e rispettato il suo parere. Eppure, allo stesso tempo mi è sembrato abbastanza chiaro che ci fosse – ed è – qualcosa di più del cieco fanatismo che spinge le persone a visitare continuamente dei siti web come MJJ-777, divorare libri come l’Official Michael Jackson Opus, aspettare con ansia l’annuale celebrazione della sua nascita a Brooklyn (e in altri luoghi), e attendere febbrilmente il rilascio dell’edizione del disco Bad25, insieme al documentario sul making dell’album del regista Spike Lee.
Non passò molto tempo che compresi cosa non riusciva a immaginare il mio caro amico.

Una parte dell’Antitodo

Il recente massacro in Aurora, Colorado, la proiezione del film Dark Knight Rises, l’incessante spargimento di sangue in Siria, gli omicidi nel tempio Sikh a Oak Creek, Wisconsin, la carestia in Etiopia e altri eventi qui negli Stati Uniti, sono solo alcune delle atrocità spettrali che hanno reso l’esistenza umana nel 2012 inquietante. In un certo senso, queste cose hanno sempre fatto parte della storia dell’uomo. Inoltre, la nostra percezione su di essi è più intensa che mai a causa del costante martellamento d’informazioni che riceviamo. Nonostante Michael Jackson sia stato spesso un comune bersaglio di “guerriglia decontestualizzata”, lo scopo principale della sua vita è stato quello di aiutare a equilibrare l’accumulo di orrori umani, attraverso il suo più grande amore nel suo senso più potente e di guarigione.
La sua presenza nel mondo era un ingrediente potente dell’antidoto generale per mega-tonnellate di disperazione che può opprimere le anime umane. La pena è così profonda che, per milioni (se non miliardi) di loro, la vita sulla terra sembra più simile all’inferno. La sua voce perpetua ancora nell’antidoto. Si tratta di un antidoto: all’intolleranza, contro la guerra, contro l’ignoranza, contro gli abusi, contro l’oppressione, contro i pregiudizi, contro il bigottismo e anti-paura.

Poesia per un olimpionico

Affrontare una discussione sulla voce di Jackson, presuppone parlare di qualcosa di più del timbro acustico che irradia come la luce del sole vibrante dai suoi polmoni, il cuore e la gola. È riconoscere quelle qualità nobili del genio: donare, vivere, servire, insegnare, amare, esemplificare la semplicità, e la creazione – che comprende l’essenza di tutto ciò che è riuscito a diventare.
La devozione a MJ, per milioni di persone non è tanto per il cantante in sé, ma soprattutto per i principi che ha incarnato combattendo mirabilmente: la generosità di spirito, la perseveranza, la bellezza estetica, e l’eccellenza artistica. Se l’intrattenimento musicale e la filantropia fossero sport, Jackson sarebbe stato un olimpionico pluridecorato.

~⋆~

L’estate volge a un mito tessuto d’oro,
consegna il suo talento attraverso le età del genio classico
pianta i semi e nutre la bellezza
di tutte le meraviglie luminose che colora la sua danza.
È qualsiasi percorso così esigente come quella di vivere un miracolo?
Come un ginnasta cosmico in un raggio di grazia insolita,
o di un nuotatore che fende le onde di lacrime d’infanzia –
hai trasformato la fortezza in trionfo Olimpico.
I suoi tesori faticosamente conquistati ha nascosto nei cuori di tutti quelli che ha amato.
Il più sincero nell’anima, la più pesante croce ha portato.
La voce di note infilate come perle di speranza divina
intorno alla gola tremante agonia cremisi dell’umanità.
Sulle teste di quelli abusati e diseredati
la tua musica ha ispirato corone di rivelazione.
Non c’è nessuna fede così pericolosa come la fede nell’amore.
Campi estivi profumano di rose e fioriscono di sogni
e la morte amplifica la tua improvvisa assenza con una nuova vita …
piantare i semi e nutrire la bellezza
di tutte le meraviglie luminose che ha colorato la tua danza.
[Fonte: http://www.examiner.com%5D
-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

1963 ~ La maestra della scuola materna di Michael ha conservato un documento stupefacente fatto dal giovane prodigio all’età di cinque anni. Nel 1962 con la crisi dei missili di Cuba, la paura di una guerra nucleare aveva sfiorato il mondo. Agli alunni della classe era stato chiesto di elencare i propri desideri. Quelli di Michael? “Voglio diventare un grande artista. Voglio la pace sulla Terra. “
1965-1979_Pagina_008_Immagine_0001[Fonte: “Michael Jackson” by Lee McLaren, 1992]

~⋆~

1965 ~ Uno dei primi spettacoli benefici di Michael Jackson con i Jackson Five fu un’esibizione all’ospedale locale a Gary, Indiana. L’evento, nello stesso giorno, fu caratterizzato dalla presenza di un vero Babbo Natale.
[Fonte:http://www.mjjunderground.com ]

~⋆~

1965/1968 ~ Rufus Morgan, ex capo dei vigili del Fuoco dell’Associazione Volontari di Gary, Indiana, ricorda il giorno in cui i cinque fratelli calcarono la scena a beneficio dei vigili del fuoco nella loro città.

~⋆~

Gladys Johnson, direttrice della Garnett Elementary School, luogo storico degli inizi artistici del piccolo Michael, racconta spesso la storia dei nickel, 1200 monete da 5 piccoli centesimi, raccolte grazie a un concerto dei Jackson nel nel loro tempio d’istruzione elementare.
A quel tempo, Jackie, Jermaine e Tito erano già alla Roosevelt High School, ma Michael e Marlon frequentavano ancora la scuola elementare. La loro esibizione permise di alleviare un po’ le difficoltà finanziarie che l’istituto stava affrontando. Questo recital scolastico è un esempio di come Michael concepisce il suo impegno benefico e se guardiamo in profondità si capisce che lui può essere contemporaneamente  uno degli artisti più generosi del mondo e uno dei giovani più ricchi e conosciuti nell’universo. La scuola aveva un impellente bisogno di cinquanta dollari, una somma che sembra irrisoria oggi, ma questo accadeva negli anni Sessanta a Gary,  una città che “sembrava fare parte di una zona in guerra”, secondo il corrispondente del Sunday Times.
Nessuno sovvenzionava la scuola e non sapevano come trovare i soldi, quando la signora Johnson ebbe l’idea di coinvolgere due dei suoi giovani studenti molto popolari. Marlon e Michael riuscirono a portare i loro tre fratelli maggiori sul luogo delle prime prodezze. E la direttrice poté offrire ai suoi alunni un pomeriggio di divertimento musicale di alto livello al prezzo imbattibile di 10 centesimi a persona. “Un Roosevelt per un Roosevelt” doppia allusione al presidente, che aveva dato il suo nome alla scuola e la sua faccia alla moneta di 10 centesimi, portò il denaro di cui la scuola aveva un bisogno urgente. La condivisione fifty-fifty delle entrate colmò non solo il triste deficit scolastico, ma permise a Michael di tornare a casa con 60 dollari in tasca.

[Fonte: “Michael Jackson” by Lee McLaren, 1992]

~⋆~

1967 ~ La città di Gary, Indiana è entrata nei libri di storia nell’autunno del 1967, poco prima di Michael e dei suoi fratelli, quando Richard Hatcher diventò il primo sindaco nero liberamente eletto di una grande città americana. Una vittoria elettorale, la prima della storia degli Stati Uniti, nella quale il ruolo dei Jackson Five fu decisivo. I concerti dei Jackson Five furono organizzati per raccogliere fondi e diffondere il messaggio. Il sindaco non dimenticò mai ciò che il gruppo aveva fatto per lui.
[Fonte: “Michael Jackson” by Lee McLaren, 1992]

~⋆~

28 giugno 1968 ~ Chicago Chapter di National Association of Television and Radio Announcers (NATRA) tiene il suo spettacolo/danza per la raccolta fondi, ‘Soul In’, in Sunset Ballroom. Allo spettacolo si esibiscono Jerry Butler, Mable John, Jean Wells, the Esquires, Jackson Five, Maurice & Mac, the Trends, the Mirettes, the Forevers, Bobby King and Fran Oliver.

1965-1979_Pagina_009_Immagine_0004

~⋆~

– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

27 settembre 1968 ~ I Jackson Five si esibiscono come parte di un concerto benefico per il sindaco Richard Hatcher al Gilroy Stadium di Gary, organizzato dal movimento della Motown Record Corporation a Gary, Indiana.
La Motown Record Corporation ha portato la sua “Sound of Young America”, a Gary, per un programma a beneficio speciale, il cui scopo era quello di sostenere i costi della campagna a sindaco di Richard Hatcher. Ewart Abney ha detto che il supporto Motown era un saluto speciale a Gary, “città del secolo”, per onorare il sindaco Richard Hatcher Gordon, “che possiamo considerare Sindaco del secolo”.
Hatcher è stato il primo sindaco nero di Gary, eletto a novembre del 1967, dopo una lunga disputa, vinta contro un candidato bianco repubblicano. Nonostante Hatcher fosse il candidato della lista democratica, il partito democratico lo aveva disconosciuto, perché temevano che la sua politica radicale avrebbe sovvertito lo “status quo”.
Hatcher come candidato non è stato sostenuto economicamente dal partito democratico, e molti afro-americani da tutto il paese hanno offerto il sostegno. Per loro, Hatcher era diventato un simbolo di cambiamento, di libertà e di auto-determinazione, tanto che ha ottenuto il supporto di celebrità nere di varie linee politiche come Dick Gregory (militante attivista contro la guerra), Sammy Davis Jr. ( conservatore repubblicano) e Berry Gordy il più grande dei suoi sostenitori.
Allo spettacolo di beneficienza si sono esibiti Stevie Wonder, Gladys Knight and the Pipes, Shorty Long, Bobby Taylor & the Vancouvers and Abdullah per un pubblico di 8000 adolescenti. Il prezzo del biglietto di 1,50 dollari, ha reso accessibile l’evento a persone con problemi economici. I proventi di “Motown Soul Day” sono stati devoluti ai “giovani svantaggiati”.
L’apertura è stata eseguita dai Jackson Five come gruppo locale in rappresentanza della città di Gary. Il Sindaco Hatcher ha proclamato nell’occasione il ” Soul Day” e nei giorni dal 27 al 29 settembre il “Weekend Soul”.
1965-1979_Pagina_010_Immagine_0001~ I Jackson Five con il sindaco Hatcher al Gilroy Stadium, Gary, Indiana. La foto è stata scattata il 30 agosto 1969. I Jackson Five in questo giorno si sono esibiti alla manifestazione “Gary’s Festival” organizzata dal sindaco Richard Hatcher. Hanno partecipato anche altri artisti di Motown, tra cui Martha Reeves, Vandellas, Bobby Taylor, Vancouvers e Yvonne Fair ~
[Fonte: http://mjjforever.wordpress.com/2010/09/27/today-in-mjj-history-81/%5D
[Fonte: http://j5collector.blogspot.it/2011/01/from-jackson-street-to-jackson-5-blvd.html%5D

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

1965-1979_pagina_011_immagine_0002Sono cresciuta nel sud della Louisiana e dall’età di 6 anni, ho cominciato ad appassionarmi di Michael Jackson. La prima volta che ho visto una sua fotografia, sentivo come se in realtà lo conoscessi da molto tempo. Ricordo di aver pensato tra me e me: “Oh, è lui!. ” Crescendo, ho continuato a provare questo mio legame a Michael come qualcosa di importante, antico ed eterno. La mia passione per Michael è cresciuta ancora di più, anno dopo anno, ed è continuata sempre. Nel corso della mia vita (ora 49 enne), con i sogni e le esperienze spirituali, ho capito che avevo ragione, e infatti questo legame con Michael è per l’eternità ….. “per sempre”. Quando il corpo di Michael ha lasciato la vita terrena, il 25 giugno 2009, ero devastata. Mi sentivo come se il pavimento scivolasse via da sotto i miei piedi.
Il senso di tristezza mi ha travolto, finché ho capito che avrei trovato sollievo scrivendo quello che ho sempre creduto essere vero di lui. Ho pregato per Michael, chiedendogli che cosa potevo e dovevo fare per lui. Una notte sono stata svegliata da una voce che diceva: “Devi scrivere un libro e mostrare la verità su di me. ” Da quel momento ho cominciato a pensare al mio libro. Ho preso un quaderno e una matita, e ho iniziato a scrivere subito! Ero certa che attraverso la scrittura avrei potuto esprimere ……. la sua vera intrinseca natura divina.
Con la guida di Michael, l’amore, il sostegno, e la pazienza della mia famiglia, ho scritto il mio libro, il suo libro. In realtà era la voce stessa di Michael che mi ha svegliato il 9 giugno per dirmi: “Devi scrivere un libro e dimostrare a tutto il mondo che ciò che hai sempre creduto su di me è vero “. Così ho acceso la luce, preso la carta, e da quel momento ho iniziato a scrivere. Alcune delle fonti a cui ho fatto riferimento sono: la Bibbia, la numerologia biblica, la numerologia tradizionale, l’astrologia, il sapere della cultura egiziana (Iside, Osiride, Horus), l’evoluzione dello Spirito nella società (età della madre, Età del Padre, New Age of the Child), scritti su l’Arcangelo Michele, gli Dei androgini, le parole stesse di Michael, le azioni umanitarie, e molto di più.
Ho delineato e dimostrato che era / è una creatura divina. Ho posto l’accento sui tanti segni, indizi, simboli e messaggi associati alla vita di Michael, come la data di nascita e i suoi legami. Alcune persone possono dire che queste sono solo incredibili coincidenze. Io invece dico, “Poppy cock!” Potrei accettare una o forse due incredibili “coincidenze”, e dire: “How cool!”, ma non così tante come si trovano circa Michael. Sono davvero troppe per essere semplicemente coincidenze! Lui era sicuramente il messaggero di Dio per la nostra nuova epoca, mandato qui per amare, ispirare e ricordarci ciò che è importante: i nostri figli, il nostro pianeta, noi stessi. Dopo aver letto questo libro, e, naturalmente, indagando per conto proprio, è impossibile non essere d’accordo.
~EM Billeaudeaux, autore del libro “An Angel Among Us: We Called Him Michael Jackson” ~
[Fonte:http://www.truemichaeljackson.com/highly-developed-soul-and-messenger/ ]
-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

1970 ~ I Jackson Five hanno autorizzato la vendita dei biglietti a un costo agevolato, per i giovani svantaggiati, affinché potessero partecipare ai loro concerti di San Francisco e Los Angeles.
immagine13~ Al Forum di Los Angeles il pubblico applaude i Jackson Five (Da sinistra: Tito, 16 anni, Marlon, 11 anni; Jackie, 18 anni; Michael, 10 anni, e Jermaine, 15 anni) ~
[Fonte: JET, 24 dicembre 1970]

~⋆~

12 agosto 1970 ~ Sei settimane dopo il concerto di giugno al Forum di Los Angeles, California, il gruppo dei Jackson Five è tornato sul palco, a Cobo Arena di Detroit, Michigan, come parte di un omaggio al pugile Joe Louis. Nel 1970, il ‘Bomber Brown’ è senza soldi e malato, e il comitato organizzatore spera di raccogliere 100.000 dollari per aiutarlo a coprire i costi ospedalieri. Il 12 agosto il comico Bill Cosby e Redd Foxx e la musica dell’artista Billy Ekstine, Mahalia Jackson, BB King, i Four Tops e i Jackson Five intrattengono un pubblico di 12.000 spettatori. Louis è troppo malato per partecipare, ma una sedia vacante è riservata in prima fila in suo onore. Berry Gordy, ex pugile, è il presidente onorario dell’evento.
1965-1979_Pagina_016_Immagine_0002copia[Fonte: http://j5collector.blogspot.com/2010_06_01_archive.html ]

~⋆~

In un numero arretrato del giornale nero di Harlem, “Amsterdam News”, una pubblicità annuncia che il 29 -30 novembre 1974, la Troupe Puppet Brewery farà uno spettacolo con i burattini dal titolo “The Jackson 5 Meet Malcolm X” al Transnational. Si tratta di una commedia d’avventura musicale che racconta attraverso l’arte del teatro figurato, la danza, il canto, l’incontro dei Jackson Five con uno dei più importanti leader neri moderni, Malcolm X”.
1965-1979_Pagina_019_Immagine_0001[Fonte:http://j5collector.blogspot.it/2010/06/jackson-5-meet-malcolm-x.html%5D

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

1965-1979_Pagina_020_Immagine_0002Ho [Desiree Johnson, 13 anni] un gattino giallo di nome Charlie. Ha solo quattro mesi di età ed è molto giocherellone e malizioso. Beh, lui e Michael hanno stabilito subito un rapporto affettuoso. Michael era fuori in giardino a giocare con Charlie, in attesa di essere truccato dopo i suoi fratelli. Poi è arrivato il momento in cui il mio papà doveva scattare alcune foto a Michael, ma Charlie non voleva lasciarlo da solo. Loro sono diventati buoni amici e Michael sperava di portare a casa Charlie con sé. Ma Tony ha ricordato a Michael che aveva già due cani a casa, e che Charlie non si sarebbe trovato bene se non come dessert. Michael ha concordato e mi sono sentita sollevata perché non volevo perdere Charlie, anche se lo avrebbe avuto Michael Jackson.

~⋆~

10 agosto 1970 ~ Magazine “Soul” ~ Intervista.
1965-1979_Pagina_021_Immagine_0001Sui fratelli a lui più vicini: “Trascorro gran parte del tempo con Randy, perché ‘il resto dei nostri fratelli’ – si divertono ad andare al parco, mentre lui preferisce rimanere a casa in mia compagnia. È l’unico con cui posso svolgere il ruolo di fratello maggiore. Lo aiuto nelle piccole mansioni come aprire un barattolo o gli spiego cose che non comprende”.
Sui loro soprannomi: “Quando Tito e Jackie vogliono davvero farci arrabbiare, chiamano Jermaine ‘Big Head,’ Marlon ‘Liver Lips’ e me ‘Big Nose'”.
Sui suoi animali da compagnia al momento:“[Mi piacciono i topi bianchi e ho anche un serpente che ho trovato in spiaggia]. Eravamo fuori a scattare delle foto per la copertina dell’album ABC e Chris Clark l’ha visto tra i cespugli mentre stavamo tornando verso l’auto. Siamo riusciti ha catturarlo poco prima che strisciasse nella sua tana e l’hanno dato a me”.
Sulla sua vita e le attività che pratica nel tempo libero da quando si è trasferito in California:“[Da quando ci siamo trasferiti da Gary, Indiana in California], prima di tutto, sono molto più alto e la mia voce sta cambiando un po’. Adesso sono più impegnato nei lavoretti in casa, e ho meno tempo per giocare. A volte lavo i piatti, spazzo, porto fuori l’immondizia, cerco di aiutare, perché adesso abitiamo in una casa più grande. Oh, sì… riordino la mia stanza. Disegno per la maggior parte del tempo quando non sono impegnato a registrare o a esibirmi “.
Sulla loro celebrità prima di diventare Jackson Five, le prestazioni nei night-club e come far fronte all’isteria dei fan: “Quando abbiamo fatto i primi due spettacoli da Mr. Lucky a Gary, quella volta ero davvero spaventato. [ride]. Il compenso era di otto dollari a serata, e ho pensato che fossero un sacco di soldi. Ci siamo esibiti nei night-club. La prima volta ho avuto paura a salire sul palco, davanti alle persone, ero spaventato perché pensavo che ci avrebbero fischiato o perché non eravamo di loro gradimento. Poi ho immaginato che fossero solo gentili, e ho superato la paura. […]
A New York una volta, le ragazze hanno raggiunto il palco e mi hanno strappato i vestiti, fortunatamente le guardie erano lì e le hanno portate via. A San Francisco e Los Angeles, sembrava che le mura dell’impianto stessero per cadere nel modo in cui centinaia di loro sono venute allo stadio. […]È un peccato, davvero, perché non possiamo mai finire lo spettacolo come lo abbiamo provato. Dobbiamo sempre fuggire dal palco e non possiamo ringraziare il pubblico e tutto il resto, sai, a noi piacerebbe molto, ma dobbiamo andare via subito “.
Ascoltare le canzoni dei Jackson 5 alla radio e la sua personalità: “Mi è stato chiesto molte volte questo, non mi sento diverso, le ascolto e basta. Non dico alla gente: ‘Ehi, sono io’. Mi sentirei strano se dicessi, lo sai chi sono e che cosa faccio, perché ci sono alcune persone di mia conoscenza che sono gelose e non mi piace essere così”.
“[…] Credo che il peggiore sarebbe se fossi presuntuoso, ma non ho quel tipo di problemi adesso … […]”
[Fonte: http://www.thesilencedtruth.com ]
-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

10 Ottobre 1970 ~ I Jackson Five cantano l’inno nazionale americano – “The Star-Spangled Banner” – alla prima partita del campionato nazionale di baseball al Riverfrant Stadium di Cincinnati.

Immagine correlata

~⋆~

19 novembre 1970 ~ Nel 1970 la canzone I Want You Back, il primo singolo dei Jackson Five con la Motown dal loro album di esordio, Diana Ross Presents the Jackson Five, è stato rilasciato alla fine del 1969 e la settimana del 31 gennaio 1970, è diventato il loro singolo di successo su Billboard singles chart pop, dove è rimasto per una settimana. Il singolo inoltre è andato al numero uno in classifica della Billboard Black.
I Jackson Five interpretano I Want You Back al Andy Williams Show.
Alla 4th edizione di NAACP Image Awards, Michael Jackson e i Jackson Five ricevono il NAACP Image Award come Best Singing Group of the Year dalla National Association For The Advancement Of Black People.
Questo non era per loro l’unico premio. La loro immagine di ragazzi ben educati e il sano messaggio che trasmettono, è stato interpretato come un buon modello di riferimento per i bambini neri di tutta l’America.

~⋆~

Per Michael e i Jackson Five, è stata la loro prima candidatura ad una nomina dell’Image Award. Questo evento che riunisce star nere, era il galà di beneficienza più importante dell’anno nella sezione locale di NAACP. Senza i fondi raccolti nel corso di queste serate, le attività dell’organizzazione nel settore dello spettacolo sarebbero state gravemente ostacolate.

immagine8

immagine9

~⋆~

~NATIONAL ASSOCIATION FOR THE ADVANCEMENT OF COLORED PEOPLE ~
( N.A.A.C.P. )

1965-1979_Pagina_028_Immagine_0002

La NAACP, National Association for the Advancement of Colored People ( “Associazione nazionale per la promozione delle persone di colore”), è una delle prime e più influenti associazioni per i diritti civili negli Stati Uniti.
Il loro obiettivo è di garantire l’uguaglianza politica, educativa, sociale, ed economica dei diritti di tutte le persone e debellare l’odio razziale e la discriminazione razziale. Fu fondata il12 febbraio 1909 in aiuto degli afro-americani. La sua sede principale è a Baltimora nel Maryland, ma ha altri uffici in numerosi stati degli USA.
L’NAACP Image Award è un premio consegnato ogni anno dall’ National Association for the Advancement of Colored People (NAACP) come riconoscimento per il lavoro svolto da gente di colore nel mondo dell’arte (cinema, tv, musica e letteratura), così come gli individui o gruppi che promuovono la giustizia sociale attraverso attività creative.
Simile ad altri premi più famosi come l’Oscar o il Grammy, gli Image Awards – divisi in 35 categorie – sono votati dai membri dell’NAACP. Vengono attribuiti anche premi onorari, inclusi il President’s Award, il Chairman’s Award, il premio al Personaggio dell’Anno e l’Image Award of Fame.
La prima cerimonia di consegna risale al 1969. Dal 1974 al 2006, la cerimonia è stata registrata su videocassetta e mandata in onda in differita dalla Fox. La prima diretta è avvenuta nel 2007 per la 38ª edizione. La consegna dei premi avviene solitamente tra febbraio e l’inizio di marzo, a Los Angeles o dintorni.
[Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/NAACP_Image_Award%5D
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

~ In ogni generazione, c’è una manciata di persone che vengono in questo mondo dotate della capacità di migliorarlo, grazie al loro grande senso di consapevolezza sulla potenza dell’amore. Per queste persone, l’amore non è solo un sentimento, ma una filosofia di vita, un modo di rapportarsi agli altri. Essi brillano di luce propria, uno stile di vita benevola, premurosa, compassionevole ed empatica. Attraverso la loro capacità di unirsi con l’amore, hanno il potenziale di guarire il mondo. Michael Jackson è stato una di quelle persone.
Nel tentativo di definire l’amore, farò riferimento a Marianne Williamson con il suo libro intitolato “A Return to Love”. Lei dice: “(Love) è la nostra ultima realtà, e il nostro scopo sulla terra. Essere consapevoli di esso, sperimentare l’amore in noi stessi e gli altri, è il senso della vita.”
Sembra che Michael abbia capito davvero quel concetto. Il suo legame con l’amore era così forte che ha avuto una maggiore capacità di toccare profondamente le altre persone con la sua luce. Quando esiste un rapporto con l’amore, esso concentra la sua attenzione su di te in modo positivo, è un flusso di energia che penetra l’anima e il risultato è una sensazione di pura gioia. Una volta che il sentimento gioioso è sperimentato si vuole di più, in modo da essere continuamente attratto alla fonte stessa, che in questo caso è Michael.
Lisa Marie Presley ha fatto riferimento a esso nella sua recente intervista con Oprah Winfrey. Quando le è stato chiesto perché si era innamorata di Michael, ha detto, “perché era una persona incredibilmente dinamica. Se eri vicino a lui, e mostrava chi era, se era disposto a farlo, in qualsiasi modo, io con un uomo, non mi sono mai sentita così bene nella mia vita. Aveva qualcosa di così inebriante in se stesso. ” I fan lo sanno molto bene. Erano sempre al centro della sua attenzione in modo positivo, ma era bello sentire che coloro erano vicino a lui provando lo stesso affetto.
Anche Oprah ha detto di esserne stata ammaliata, quando lo ha incontrato, prima dell’intervista, nel 1992, Oprah ha detto: “È come se ti illuminasse con la sua luce. Quando si apre e lascia filtrare quella luce, desideri solo farne parte, desideri stare vicino ad essa. ”
Lisa Marie ha continuato a descriverlo come se fosse il suo farmaco. “Mi sentivo come ho sempre voluto essere vicino a lui. Ho sempre voluto farne parte. Mi sentivo così bene. Non mi sono mai sentita così insieme ad un altro uomo, ad eccezione di uno … che è mio padre.”
La luce di Michael, che ha colpito milioni di persone nel mondo, è stata così potente che anche dopo la sua morte continua ad attrarre la gente. È passato più di un anno e mezzo dalla sua scomparsa e il mondo sembra non voglia lasciarlo andare. (…) Una volta che sei stato pervaso dalla sua luce, è difficile lasciarla andare. Sei attratto da lui per sempre, perché è attraverso di lui che si è sperimentato l’amore. (…) ~
~Linda Higgins, 2010 ~
[Fonte:http://www.truemichaeljackson.com%5D
-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

Tour USA ~ 1971
~ Più lo guardavo e più lo amavo. Era semplicemente magico, una delle persone più nobili del mondo. Nessun uomo sulla Terra si può confrontare alla sua bellezza interiore ed esteriore. Ho incontrato così tante star, parlato con loro, lavorato con loro, ma nessuno si è avvicinato al carisma di Michael. (…) ~
~ Ruska Bergman, Michael´s stylist in second half of 2000´s and a friend ~
[Fonte: http://www.truemichaeljackson.com%5D

~⋆~

Gennaio 1971 ~ I Jackson Five ricevono l’NAACP Image Award presso Hollywood Palladium, Hollywood, California come miglior gruppo vocale dell’anno.

immagine5

immagine6~ I Jackson Five, per il secondo anno consecutivo, accettano l’NAACP Image Award nella categoria “Best Contemporary Vocal Group”. L’attrice Gail Fisher, della serie TV “Mannix”, ha presentato l’annuale evento a Hollywood ~

immagine7~⋆~

5 gennaio 1971~ I Jackson Five partecipano all’evento benefico in onore di Muhammad Ali, celebrato a Hollywood Palladium, per raccogliere fondi a favore della fondazione Angeles Brotherhood Crusade. L’organizzazione è stata fondata nel 1968 e si adopera nella raccolta di fondi e alle risorse per sostenere detta comunità, e poi distribuirli affinché la stessa possa crescere e prosperare.
immagine4~ Michael Jackson & Muhammad Ali, Marlon Jackson ~

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

j5-and-marlon-signing-autograph-the-jackson-5-29812836-373-500“Ci sono due tipi di musica. Una viene dalle corde di una chitarra, l’altra dalle corde del cuore. Un suono proviene da una orchestra da camera, l’altro, dal battito del cuore. Uno viene da uno strumento di grafite e legno, l’altro, da un corpo di carne e sangue.
Questa musica sublime di cui parlo questa sera è più piacevole delle note dei compositori più bravi, più commovente di una band, più armoniosa di mille voci unite in un inno e più potente di tutti gli strumenti a percussione che il mondo a unito. Quel dolce suono dell’amore”.
[Michael Jackson, “Carnegie Hall”- New York 2001]
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

31 gennaio 1971 ~ I Jackson Five, dopo il loro trasferimento in California, sono tornati per la prima volta a Gary, Indiana (in realtà erano già ritornati nel 1969). Si esibiscono in due concerti di beneficenza alla West Side High School, come supporto alla campagna elettorale per la rielezione di sindaco Richard Gordon Hatcher. I Jackson Five hanno suonato nella palestra della scuola di fronte a 15.000 adolescenti scatenati. Lo spettacolo della durata di circa di un’ora è stato preceduto dalla tradizionale apertura di Yvonne Fair e dai Commodores.

~ I Jackson Five sul palco, pubblicata sul giornale “Crusader” ~

immagine11

immagine10

immagine12~ Foto scattate da un fotoamatore durante il concerto nella scuola West Side High, Gary ~
1965-1979-giusto-si_pagina_049_immagine_0001
~ Il giornale  locale “Crusader” pubblicizza il concerto dei Jackson Five  a tutta pagina~
[Fonte:http://j5collector.blogspot.com/2011_01_01_archive.html ]

~⋆~

~ I JACKSON 5 TORNANO A GARY, INDIANA ~

1965-1979_Pagina_045_Immagine_0001~ I Jackson 5 sono partiti dall’aeroporto di Chicago – O’Hare con un grande elicottero e sono atterrati sul campo sportivo della West Side School, Gary, Indiana ~
È un giorno d’inverno freddissimo, quando i Jackson 5 sono arrivati a Gary, Indiana. Nel campo sportivo della Westside High School è atterrato l’elicottero privato su cui hanno viaggiato i ragazzi – ma Michael, Marlon, Jermaine, Tito e Jackie, non sembrano soffrire il gelido freddo che attanaglia la città.
1965-1979_Pagina_046_Immagine_0001Da più di un anno si sono trasferiti in California e per la prima volta ritornano nella loro città natale. Ad attenderli per un caloroso benvenuto c’è una folla di gente. Dall’entusiasmo, i J5 non hanno neppure sentito le sferzate del gelido vento. (In un momento felice come questo, chi potrebbe pensare al freddo?!)
Davanti a una folla di duemila persone il Sindaco Hatcher ha ufficialmente accolto  Michael, Marlon, Jermaine, Tito, Jackie e il loro papà Joe Jackson. La famiglia Jackson, poi è salita a bordo di una limousine e si è allontanata per andare al primo evento della giornata.
1965-1979_Pagina_046_Immagine_0002Anziani, bambini, adolescenti e genitori cercano di superare la linea di protezione delle guardie per salutare i loro idoli. I Jackson 5 sono tornati a Gary, per esibirsi in un concerto come parte della campagna elettorale del sindaco Richard Hatcher, come ringraziamento per aver contribuito a renderli famosi. In effetti il Sindaco Hatcher ha presentato i giovani cantanti a Diana Ross, quando ha visitato alcuni fa la città. (foto tratta dal giornale “Chicago Defender, 6 febbraio 1971”
Sulla strada, durante il tragitto, Michael, Marlon, Jermaine, Tito e Jackie hanno guardato fuori dai finestrini della macchina, felici di rivedere i vecchi luoghi, che prima frequentavano ogni giorno. Le strade dove passeggiavano, i negozi per fare acquisti, – sì, è davvero bello essere di nuovo a casa! Poi la limousine si è fermata. In questa zona della città, infatti i J5 hanno abitato per diversi anni – e che ci crediate o no – “Jackson Street” è il nome della strada.
Uno dei fratelli Jackson, Jackie, durante una intervista ha detto “Siamo cresciuti a Gary, Indiana, in una strada chiamata Jackson – anche se il nome non è riferito alla mia famiglia.”
Beh, il nome “Jackson Street!” è naturalmente casuale, ma in occasione della loro visita, il Sindaco ha voluto onorare i J5 ribattezzando la strada “Jackson 5 Boulevard” per una settimana. I ragazzi non potevano crederci!
immagine1Tappa successiva del programma, il Municipio. Il sindaco Hatcher ha consegnato al signor Jackson e ai J5 le “chiavi della città”. Il gruppo ha accettatto  il dono – che  custodiranno tra i loro beni più cari!
immagine2~ Il sindaco Richard Hatcher, primo sindaco nero di una grande città del Nord, presenta  i Jackson al pubblico ~
Dopo la cerimonia in municipio, i Jackson5, Cittadini onorari di Gary – sono tornati in tutta fretta alla Side West High School, per fare due concerti davanti a 15.000 fan. I J5 con questi concerti hanno voluto ringraziare il Sindaco Hatcher per avergli dato l’opportunità di farli conoscere e diventare delle star. Jackie, che ha parlato a nome del gruppo ha detto, “Stasera siamo qui per l’affetto verso il Sindaco Hatcher, sperando che anche voi condividiate lo stesso nostro sentimento!”
immagine3~ I Jackson five sul palco, Gary, Indiana ~
1965-1979_Pagina_052_Immagine_0001La famiglia Jackson, ora vive nella soleggiata California, dove è molto felice, ma se gli chiedete di Gary, con la  nostalgia nel cuore, vi dirà: “Non importa se il viaggio è lungo – tornare a casa è sempre bellissimo!”
[Fonte:http://j5collector.blogspot.com/2011/01/from-jackson-street-to-jackson-5-blvd.html%5D
-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

~ JACKSON 5 – IL GIORNO PIU’ BELLO DELLA LORO VITA! ~
(Magazine “Teen” luglio 1971)

~ Il sindaco Richard Hatcher presenta pubblicamente i Jackson Five
( foto tratta dal Magazine “Sepia”, 3 marzo 1971)~
Due settimane prima che i Jackson 5 tornassero a Gary, il Sindaco Richard Hatcher ha ufficializzato un proclama in loro onore – rinominando la strada  della loro casa natal “Jackson Street” in “Jackson 5 Boulevard”. Dopo è stata collocata una targa all’Università dell’Indiana, con su scritto che ai Jackson Five sono state date le “Chiavi della città”, come riconoscimento per aver dato “una speranza ai giovani” della città.

Il 20 gennaio 1971, a Gary, Indiana, – il Sindaco Richard Gordon Hatcher – dichiara il seguente proclama:

CONSIDERATO CHE, Michael, Marlon, Jermaine, Tito e Jackie Jackson sono nati e cresciuti in Jackson Street a Gary, Indiana, e
CONSIDERATO CHE, i Jackson 5 sono entrati nella storia del business musicale della Motown Record Corporation e
CONSIDERATO CHE, i Jackson 5 sono stati classificati dal magazine Billboard il gruppo numero uno del 1970, e
PREMESSO che il Comune di Gary è orgogliosa di questi giovani che hanno raggiunto l’apice del successo nello spettacolo, e
CONSIDERATO CHE, questa Amministrazione riconosce ufficialmente che i Jackson 5, hanno dato una speranza ai giovani di questo paese attraverso la sua musica e l’esempio di tutti i suoi membri, e
CONSIDERATO CHE, i Jackson 5 tornano a Gary il 31 gennaio 1971, e qui si esibiscono, in un concerto per la prima volta da quando sono diventati famosi in tutta la nazione;
QUINDI, io, Richard Gordon Hatcher, Sindaco della città di Gary, proclamo che “Jackson Street” sia rinominata “Jackson 5 Boulevard” per la settimana del 25 gennaio 1971 al 31 gennaio 1971 ed esorto i miei concittadini di accogliere questi giovani con un caloroso bentornato a Gary.
DATA: 20 gennaio 1971.
~ Richard Gordon Hatcher,
Sindaco, della Città di Gary ~
[Fonte:http://j5collector.blogspot.com/2011/01/from-jackson-street-to-jackson-5-blvd.html%5D

~⋆~

7 aprile 1971~ Il sindaco Sam Massel di Atlanta riceve nel suo ufficio la famiglia Jackson durante una visita alla città.
~ I Jackson Five con il sindaco Sam Massell e la figlia Melanie ~
[Fonte: http://blogs.ajc.com%5D
-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 in esclusiva solo per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

copiaQuesta bellissima e memorabile foto è stata scattata da Russ Terrana a un pic-nic della Motown Records nei primi anni Settanta. Un sorridente Michael Jackson tiene in braccio la nipotina, Stacy Brown (nata il 5 maggio 1971), figlia della primogenita Reilet Maureen “Rebbie” Jackson.
Scatto particolarmente suggestivo, come si vede Michael ha sempre amato i bambini, pur essendo lui stesso un ragazzino.
[Fonte: http://elusiveshadow.tumblr.com%5D

 ~⋆~

29 aprile 1971~Michael Jackson è l’artista più giovane che ha onorato la copertina del magazine Rolling Stone.

[http://j5collector.blogspot.it/2010/06/on-cover-of-rolling-stone.html]

~⋆~

20 settembre 1971~ I Jackson Five ricevono una menzione speciale per la musica “Contributo per i giovani americani”. Il Congressional Record dice che “nonostante il loro fantastico successo commerciale, i membri dei Jackson Five stanno continuando la loro formazione,” e attesta che il gruppo è “diventato un simbolo di orgoglio tra i giovani di colore“.
[http://www.thesilencedtruth.com]

~⋆~

Ottobre 1971 ~ Magazine “Right On!” – Intervista.
1965-1979_pagina_057_immagine_0001La passione per la recitazione e il suo attore preferito al momento: “Mi piacerebbe fare l’attore e interpretare  ruoli come Sidney Poitier. Nel film ‘The Blackboard Jungle (Il seme della violenza)’ è stato fantastico Sidney (* Poitier interpreta Miller, uno studente che frequenta una delle scuole superiori degli slum newyorkesi, alla fine il ragazzo nero  sarà la forza unificante tra gli studenti ribelli e un insegnante).
La prima volta che ho visto questo film, ho capito subito che sarebbe stato in cima all’elenco dei miei preferiti. Ogni volta che lo fanno vedere alla TV lo guardo.  Credo che il personaggio di Sidney, sia molto simile ai ragazzi che ho conosciuto nella mia vita. Forse è il suo modo di recitare che mi piace. [Mi diverto a imitare i personaggi di Poitier. Ho imparato alcuni dialoghi dei suoi film come:’Blackboard Jungle’, ‘Lillies of the Field’ e altri]. “
Sulla musica che preferisce ascoltare e il suo cantante favorito, al momento: “Mi piace la musica rock, ma anche la musica classica e strumentale. Qualche volta ascolto cantanti come Johnny Mathis. Prima di avere un mio personale stile, Johnny era il mio idolo. Mi ha colpito  la sua voce melliflua, mai sentita prima. […] “
[Fonte: http://www.thesilencedtruth.com%5D

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

1965-1979_pagina_058_immagine_0001~ Questa è una delle creature più belle della terra ~
~ Jennifer Batten – il primo pensiero quando ha visto Michael Jackson ~

~⋆~

24 dicembre 1971 ~ I Jackson Five si esibiscono in un concerto di beneficenza alla “Foundation for the Blind Junior” a Los Angeles, davanti a 400 bambini non vedenti. Nel concerto sono state incluse alcune delle canzoni di Natale dei Jackson Five. Michael Jackson esprime un suo pensiero riguardo l’evento: “Sapete, questa è davvero l’essenza del Natale. Dare“.
[Fonte:The Silenced Truth]

 ~⋆~

12 gennaio 1972: Un quotidiano pubblicizza che in occasione della commemorazione della nascita di ‘Martin Luther King Jr’, i Jackson5 daranno due concerti di beneficienza al Metropolitan Auditorium di Atlanta, Georgia. Gli introiti saranno devoluti al fondo “Martin Luther King Jr. Center for Social Change “di Atlanta.

immagine14~⋆~

18 gennaio 1972: I Jackson5 sono il gruppo di punta del concerto commemorativo per la nascita di Martin Luther King al Metropolitan Auditorium di Atlanta (Georgia). 1965-1979_pagina_060_immagine_0001

~⋆~

Gennaio 1972 ~ I Jackson Five hanno vinto l’NAACP Image Award per il Miglior Gruppo Vocale dell’anno.

immagine15

immagine16

immagine17~⋆~

18 marzo 1972 ~Magazine “Disc and Music Echo”~ Intervista.
 Su alcuni dei suoi progetti al momento: “Spero di continuare a fare la stessa cosa (cantare e ballare), inoltre vorrei andare al college. Voglio avere una buona istruzione. Questo è molto importante.”
[Fonte: http://www.thesilencedtruth.com%5D

~⋆~

29 luglio 1972 ~ Billboard: I Jackson Five sono insigniti dal sindaco di New York, Ed Hamilton, con le “chiavi della città” durante una loro performance al Madison Square Garden.

~⋆~

1972 ~ Michael Jackson con i Jackson Five fanno visita al Children’s Heart Hospital di Philadelphia County, PA. Il piccolo Michael distribuisce foto e firma autografi ai bambini.
immagine21

immagine22~⋆~

Agosto 1972 ~ Magazine “Star!” intervista.


Un pensiero amorevole sul suo cane Heavy:“[Heavy, il mio cane] gli piace stare in compagnia delle persone, ha un carattere dolce, e non posso immaginare di fargli fare il cane da guardia. […] Per esempio, se Heavy fosse stato addestrato per fare la guardia, avrebbe ringhiato, abbaiato o cercherebbe di mordere chi non conosce, se qualcuno entrasse nel nostro giardino. Questa persona potrebbe essere anche il postino! […] Addestrare Heavy, dal carattere tranquillo, in un cane da guardia, penso che sarebbe una cosa davvero crudele. È un po’ come se un uomo dalla personalità (sic), sensibile e gentile, fosse arruolato nell’esercito, e gli fosse data una pistola in mano per cercare di fare di lui un buon soldato. In primo luogo, probabilmente non farà bene il suo lavoro, perché non si può cambiare qualcuno contro il proprio modo di essere, e in secondo luogo, questa persona soffrirebbe è sarebbe molto angosciata essendo obbligata a fare cose che non vuole!
“È allo stesso modo con Heavy. Se lo facessi addestrare per fare la guardia, cercherei di trasformare un cane affettuoso e tranquillo, in qualcosa contro la sua natura. Io credo che non sarebbe giusto! […] Trascorro molto tempo con Heavy più con chiunque altro membro della mia famiglia. Per me, è come un amico’. […].

~⋆~

-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 in esclusiva solo per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

4 agosto 1972 ~ È pubblicato il secondo album in studio di Michael Jackson, dal titolo Ben. Michael ha solo 14 anni, tuttavia è già impegnato a cantare canzoni a sfondo sociale, nutre interesse per l’ecologia, che esprime in una linea della canzone People Make The World Go Round, contenuta nell’album solista Ben:
” Tutti parlano di ecologia / l’aria è così inquinata che è difficile respirare.”
 Giovani politici combattono per la povertà, mentre la gente ancora piange per l’uguaglianza.
 [Fonte: “Michael Jackson” by Lee McLaren, 1992]

~⋆~

Settembre 1972~ Michael Jackson e i Jackson Five ricevono dal Congresso americano il riconoscimento “Special Commendation For Positive Role Models”, (Un elogio speciale per l’esempio positivo che danno ai giovani).

~⋆~

30 settembre 1972 ~ I Jackson Five si esibiscono sul palco per “Save The Children”, come parte della manifestazione sponsorizzata da “Black Push Expo” (People to Save Humanity). I Jackson Five partecipano a una serie di concerti benefici in onore della fondazione “Save The Children”, dove sono coinvolti i più grandi artisti neri del momento per celebrare l’annuale evento organizzato dal reverendo e attivista dei diritti civili, Jesse Jackson, nell’Anfiteatro internazionale di Chicago, Illinois. I concerti sono previsti in cinque date.
I Jackson Five interpretano le canzoni: I Want You Back, ABC e I Wanna Be Where Yiu Are. Lo spettacolo è stato registrato e incluso nel film concerto del doppio LP “Save The Children”, che include i momenti più belli dell’evento,  come i numeri musicali, le riprese sulla condizione di vita della gente nera della città, le chiese, le scuole, le baraccopoli e i luoghi di svago, cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica,  per un futuro migliore a beneficio dei bambini di Chicago.
Articolo “Save The Children”, pubblicato sulla rivista EBONY, ottobre 1973, p. 48-54

~⋆~

~ OPERATION PUSH ~

(People United to Serve Humanity)

Operation PUSH è stata fondata dal Rev. Jesse Jackson nel 1971 per migliorare la situazione economica degli afro-americani a Chicago. Prima di fondare PUSH, Jackson era a capo della Southern Leadership Conference’s Operation Breadbasket in Chicago. Attraverso Breadbasket, Jackson è riuscito a persuadere molte aziende ad assumere lavoratori neri, a fare affari con società di servizi di proprietà nera, e coinvolgere banche di proprietà nera. Jackson si è dimesso dalla sua carica in Breadbasket nel 1971 per creare PUSH (People United to Save Humanity United, poi cambiato in People United to Serve Humanity).
Gli obiettivi di PUSH erano rivolti a garantire la conservazione del posto di lavoro per gli afro-americani, di collocare chi non aveva un reddito minimo vitale, e sostenere i commerci di proprietà nera. PUSH ha dovuto destreggiarsi tra negoziati e le minacce di boicottaggio per portare un cambiamento politico in diverse grandi aziende con i grandi mercati della comunità nera. Coca-Cola, Seven-Up, e Burger King erano tra le società che hanno sottoscritto accordi volontari di assumere più persone nere, incrementare il business con le minoranze, fare donazioni ai college neri e le organizzazioni, e incrementare la pubblicità nelle pubblicazioni nere.
Oltre a PUSH, Jackson ha avviato un progetto chiamato PUSH-EXCEL, mirante a migliorare gli standard accademici all’interno degli Istituti scolastici, e migliorare l’istruzione degli studenti neri e delle minoranze.
Nel 1984 Jackson ha fondato la coalizione National Rainbow, che si è fusa con PUSH nel 1996. La coalizione National Rainbow divenne un importante organizzazione politica che ha sollevato la consapevolezza pubblica su numerose questioni politiche e consolidato un grande gruppo di elettori fortemente motivati. La nuova entità ha intrapreso numerose iniziative sociali.
[Fonte:http://www.blackpast.org/?q=aah/operation-push-people-united-serve-humanity%5D
[Fontehttp://www.encyclopedia.chicagohistory.org/pages/934.html]
[Fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Rainbow/PUSH%5D

~⋆~

La Black Exposition ogni anno è incentrata su un tema. L’argomento scelto da Jesse Jackson per l’edizione 1972, faceva eco a una delle magggiori preoccupazioni di Michael, l’infanzia. Nel mese di settembre, quando Michael salì sul palco per l’evento Opération PUSH, era già famoso. Il suo singolo Ben raggiunse il vertice delle classifiche la settimana dopo. L’immagine di Michael con i fratelli e i traguardi raggiunti con i dischi d’oro esercitarono una certo peso sul messaggio che il reverendo voleva diffondere: “Non lasciate la scuola, non toccate la droga.” Jesse cercava di incoraggiare i bambini, allontanando la disperazione con un mantra di tre parole: “Io sono qualcuno”. Il messaggio collegato con i personaggi famosi neri che erano “qualcuno” e si esibivano per raccogliere fondi, doveva aprire il cuore della nazione in favore degli afroamericani.
Il concerto di Chicago e i prodotti di promozione collegati ad esso scossero tutto il paese. In primo luogo, l’eccezionale gruppo di talenti fece da forza trainante, e poi la realizzazione di un film e la colonna sonora Motown. Inutile dirlo, perché, ogni centesimo andò a favore di PUSH. In questo periodo di poca buona carità, dove le spese  per generate la raccolta di fondi, superavano spesso i benefici dell’evento stesso, l’organizzazione di Chicago 72  fu ammirevole.
La Foundation Ford prestò 750 mila dollari a PUSH, Jesse Jackson potè finanziare le riprese di Save The Children. Grazie a tutti gli artisti che parteciparono senza fine di lucro, il Reverendo utilizzò i proventi del concerto Black Expo per rimborsare Ford. Save the Children cominciò a generare dei benefici fin dal 1972 e continuò a produrne per molti anni. Il noleggio del film, le vendite dell’album, le videocassette e i diritti sulle trasmissioni radio-TV, fornirono a PUSH i mezzi necessari per incentivare l’impiego delle persone nere.
Il contributo dei Jackson Five non si fermò lì. Il gruppo fece pubblicare una delle loro prime biografie dalla società del Reverendo “Let’s Save Tè Children Incorporated”. Nell’ opuscolo di ventidue pagine, rivolto ai bambini e agli adolescenti, E. Maris Johnson racconta la sorprendente ascesa dei Jackson. E il denaro generato dalle vendite, come sempre, andava a PUSH.
 [Fonte: “Michael Jackson” by Lee McLaren]

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

~Avete mai incontrato un angelo? Io sì. Ha una presenza affascinante, un’aura abbagliante e un cuore d’oro. (…) Far parte del mondo di Michael è come attraversare una porta segreta di Narnia o scivolare in una tana di coniglio nel Paese delle Meraviglie. Ogni volta che sono stata in sua compagnia, mi sono sentita come in una favola, circondata da una nuvola di magia, gioia e amore. Non dimenticherò mai la sua voce argentina e la luce della sua presenza, che ho percepito più volte librarsi nel cielo. Tutto quello che Michael ha fatto, lo ha fatto per tutti noi, i bambini, gli animali, e per il futuro del pianeta. Era un vero angelo ~
Talitha Fluttrby  – Fan che ha incontrato molte volte Michael
 [Fonte: http://www.michaeljacksonthelastangel.com/%5D

~⋆~

-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 in esclusiva solo per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status

30 Ottobre 1972 ~ I Jackson Five sono a Londra come parte del loro tour europeo e si esibiscono al “The Royal Variety Show” al teatro Palladium, in presenza della Regina Madre Elizabeth e la Regina Elizabeth. Fa gli onori di casa Dickie Henderson e altri artisti famosi partecipano, come Elton John. L’evento è trasmesso alla televisione il 5 novembre 1972.
Il “Royal Variety Performance” è una serata di gala che si tiene ogni anno nel Regno Unito, al quale partecipano i membri della famiglia reale britannica. Generalmente il monarca regnante partecipa di persona o è rappresentato da un altro membro della famiglia reale. La Regina Elizabeth II e il principe del Galles hanno alternativamente assistito allo spettacolo negli anni passati.
L’evento è uno spettacolo di varietà per le famiglie, caratterizzato da esibizioni canore, danza, magia, recitazione e altri numeri con la presenza di artisti celebri. L’evento è organizzato per conto di “Entertainment Artistes’ Benenolent Fund”, patrocinato dalla regina Elizabeth. Tutti i proventi vengono devoluti al fondo.
Lo spettacolo viene trasmesso alla televisione ed è tradizionale del periodo natalizio,  si tiene alla fine di novembre o ai primi di dicembre.
[Fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Royal_Variety_Performance%5D

~⋆~

18 novembre 1972 ~ I Jackson Five si esibiscono al pranzo del 6th Black Image Awards, organizzato a Hollywood, Palladium, per raccogliere fondi a favore di NAACP. La NAACP, Associazione Nazionale per il Progresso della Gente di Colore, è una delle organizzazioni più antiche e più influenti che lotta per i diritti civili negli Stati Uniti.
~ Estratto dal magazine JET,16 novembre 1972 ~

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

Attraverso il suo prolifico lavoro, sostegno e donazioni multimilionarie, Michael Jackson ha innalzato la consapevolezza internazionale e supportato alcune delle problematiche più complesse e persistenti che affliggono la condizione umana. L’AIDS, il cancro, la fame, i senzatetto, la criminalità, il razzismo, la dittatura, il degrado ambientale, l’abuso dei minori, la violazione dei diritti degli animali, le restrizioni sulla libertà di parola ed altri infrangenti di libertà civili basilari sono solo alcune delle questioni difficili che Jackson ha affrontato sfruttando il potere della sua celebrità.
La comprensione intuitiva di Michael Jackson per i problemi riguardanti il sistema umano ecologico era sorprendente ed inusuale per ogni entertainer del suo calibro. Tanti sono stati abbagliati dall’imponente spettacolarità e le notevoli controversie connesse alla sua vita e alla sua morte, da non riconoscere le tematiche politiche e sociali dominanti intrinseche nella sua musica, nei suoi video e nelle sue interviste. La forte influenza emotiva, i messaggi e i sentimenti crudi che riverberano nei testi e nelle immagini di video, a volte inquietanti, di canzoni come They Don’t Care About Us, Heal The World, Earth Song e Man in the Mirror sono lancinanti. La passione e l’intensità con cui Jackson affonda le mani nella terra e si aggrappa agli alberi nel video di Earth Song, un capolavoro dedicato al benessere degli animali e dell’ambiente, sono il riflesso di un leader dell’umanità che tiene profondamente alle problematiche che egli stesso sfida.
Comunque, è il suo ampio impatto culturale a trascendere le barriere economiche, sociali, razziali, religiose e generazionali. Jackson si è trasformato da semplice magico performer a umanitario di importanza storica. Era un messaggero dei nostri tempi, un cantastorie visionario che ha innalzato i livelli di consapevolezza per i cittadini di ogni nazionalità.
~ Matt Semino, avvocato “Michael Jackson, il ferito Messaggero” Huffington Post ~

~⋆~

9 dicembre 1972~ Michael e i Jackson Five sono i membri onorari della Parata di Natale Watts a Los Angeles, California. Il corteo è trasmesso il giorno dopo su KTLA.
[http://www.mjjunderground.com/index.php?/topic/889-the-1960s-70s/]

~⋆~

10 novembre 1972 ~  Visita al Great Ormond Street Hospital, Londra
Il cantante americano, Michael Jackson ha portato un sorriso tra i pazienti ricoverati all’Ospedale Great Ormond Street di Londra, facendo loro una visita a sorpresa. A visitato vari reparti e dato ai bambini malati i regali che i fan inglesi gli avevano inviato per il suo 14° compleanno.  Un gesto per compensare  l’impossibilità di partecipare al suo concerto. Nella foto si può vedere l’amorevole cura di Michael Jackson per Shirley Smith, 10 anni, mentre la spinge con la sedia a rotelle nel reparto dell’ospedale. E dopo averle dato i regali le ha detto: “Guarisci presto!”
[Fonte: London Express, 1972]

~⋆~

23 dicembre 1972 ~ Michael con i suoi fratelli vestiti da Babbo Natale partecipano alla festa di Natale al Pacific Townclub, Los Angeles. Distribuiscono i regali a 700 bambini bisognosi, a nome della loro casa discografica, Motown.
~ I Jackson Five con Mary Wilson Supremes ~
In un articolo dal titolo “The Jackson Five Really Changed!” (I Jackson Five sono davvero cambiati!), l’autore commenta: “la prima volta che i Jackson Five si sono esibiti per un evento benefico in un ospedale pediatrico, Michael tornò a casa e pianse tutta la notte nel ricordare quei bambini malati che giacevano nei loro letti; alcuni di loro non erano nemmeno capaci di muovere le mani per applaudire. Da questo momento lui diventò attivamente coinvolto nel comunicare con questi bambini. Lui teneva una corrispondenza epistolare con i ragazzi della sua stessa età, ricoverati negli ospedali di tutto il paese. Ci sono state lettere dettate da un segretario, ma anche lettere personali di Michael che scriveva di sua mano durante le pause delle registrazioni, le prove o addirittura a scuola”.

~⋆~

~⋆~

1972: Unknown Magazine – ‘J5 Soul Talk’- Articolo.
Sulla definizione del termine ‘soul’: “Io davvero non so come descrivere l’anima. Penso che sia solo qualcosa con cui si nasce o no. È solo lì. Non ha niente a che fare con il colore della pelle, o quanti soldi possiedi o dove si vive. È semplicemente lì. Sai cosa voglio dire? Giusto! “
Su quelli che considera, essere pieni di sentimento: “Persone particolarmente sensibili: i miei genitori!”
[Fonte: http://www.thesilencedtruth.com%5D

~⋆~

1972: Magazine “Music Stars”- Intervista.
Sull’amore fraterno: L’amore fraterno significa andare d’accordo con la gente, anche se non si hanno particolari legami. Ciò significa con i compagni di scuola, le persone con cui si lavora, e cose del genere. Questo non vuol dire amare tutti, basta il rispetto reciproco. Non c’è bisogno di essere buoni amici per instaurare tale rapporto civile. L’amore fraterno significa anche non augurare niente di male alle persone, anche se siamo arrabbiati con qualcuno. Questo sentimento negativo ci potrebbe far parlare male di qualcuno, ed è sbagliato, perché tutti di tanto in tanto hanno momenti di debolezza. Ma dopo aver ritrovato la calma, in cuor tuo non avresti voluto dire tutte quelle cattiverie. Anche se con questa persona non siamo più amici, non gli si augurano sfortune o qualcosa di simile. Non credo che potrei deliberatamente nuocere a qualcuno da cui ho ricevuto del male. Non avrei più niente da spartire con esso e semplicemente lo escluderei dalla mia mente. Sembra che oggigiorno non ci sia molto amore fraterno. Bisognerebbe che ce ne fosse di più e sicuramente penso che le cose sarebbero migliori per ognuno. Tutto quello che so sull’amore fraterno, mi è stato insegnato dai miei genitori.
[Fonte: http://www.thesilencedtruth.com%5D

 ~⋆~

1972 ~ Festa privata di Capodanno allo “Studio72” di Atlanta.
1965-1979-giusto-si_pagina_064_immagine_0001~ Michael aveva un carisma che si poteva percepire e anelavo tale sensazione mentre ero lì, così il desiderio di abbracciarlo era molto forte ~
~Heidi Laurito talks about her experience in March 1998 in Munich in the book “It´s All About L.O.V.E.” ~
[Fonte: http://www.truemichaeljackson.com%5D

~⋆~

~ MICHAEL JACKSON: KING OF HEARTS ~

~ Un angelo dall’anima consumata con il cuore di un bambino curioso: ecco come mi piace descrivere Michael Jackson…… Guerriero angelico. Le coincidenze, le circostanze e le sincronicità che circondano la sua vita sono in realtà segni e indizi di Dio. Michael era così, ovviamente, il rappresentante della Nuova Era del Bambino. Era il messaggero di Dio, mandato qui per ricordarci quello che era importante: i nostri figli, il nostro pianeta, noi stessi. Potete trovare l’evidenza nella Bibbia, nella cultura egizia, nella numerologia, astrologia e altro ancora ~
M. Billeaudeaux, author of the book “An Angel Among Us: We Called Him Michael Jackson”

~⋆~

1973 ~ Michael Jackson si aggiudica il Golden Globe per la categoria “Best Original Song” con la canzone Ben scritta per il film dal titolo omonimo. La canzone parla di una storia d’amicizia tra un ragazzo e un topo. È sicuramente l’unica canzone d’amore dedicata a questo animale. Alcune radio americane erano un po’ riluttanti a trasmettere il brano, considerando il tema trattato. Ma il pubblico, che adorava il piccolo Michael, comprò circa 1,7 milioni di copie.
Michael è stato anche candidato agli Oscar con la canzone Ben, inoltre è il suo principale successo della prima parte della carriera solista alla Motown.
immagine18

immagine20Michael ricorda da Moonwalk:

‘Ben’ significò moltissimo per me. Niente mi aveva così entusiasmato come registrare in studio la mia voce per un film. Quando uscì il film, andai a vederlo più volte aspettando i titoli di coda per leggere la parte che diceva: ” ‘Ben’, cantata da Michael Jackson”. Ne ero davvero colpito. Amavo quella canzone e anche il film. In realtà, la storia assomigliava un po’ a quella di E.T. Si trattava di un ragazzo che diventava amico di un topo. La gente non riusciva a capire il sentimento nei confronti dell’animale. Stava morendo per una malattia e ‘Ben’ era il suo unico amico, il capo dei topi della città in cui viveva. Per molta gente il film era piuttosto singolare, ma a me piaceva. La canzone ebbe molto successo e rimane ancora una delle mie preferite. Ho sempre amato gli animali e mi piace leggere le storie o veder i film che parlano di loro.
[Fonte: Autobiografia “Moonwalk” di Michael Jackson, 1988]
immagine19~ L’edizione originale dell’album Ben, con in copertina l’immagine di un branco di topi sovrapposta alla foto di Michael, venne subito ritirata, perché considerata di cattivo gusto. Oggi è tra le più richieste dai collezionisti ~

~⋆~

~ Ben, la prima canzone d’amore ~

Chi non conosce la bellissima ballata dell’epoca Motown? Ben è sicuramente una canzone unica: in primo luogo, rappresenta una svolta nella carriera solista del giovane Michael (gli ha permesso di cantare con la sua “voce naturale” ‘muta vocale’ e nel luglio del 1972, il brano è diventato il primo grande successo della carriera solista di Michael Jackson). In secondo luogo, Michael ha l’opportunità di avvicinarsi al cinema (Ben è la colonna sonora dell’omonimo film, il sequel di Willard, che parla dell’amicizia tra un ragazzino e un topo, suo unico amico). Inoltre è l’unica canzone d’amore dedicata a un topo nella storia della musica.
Ma ciò che rende Ben particolarmente affascinante è come Michael, allora 14 enne, interpreta la canzone. ‘Come mai c’è così tanta passione e dolore nella voce di un bambino’ si sono chiesti in molti, Berry Gordy, tra gli altri, Michael canta Ben come se fosse l’amore della sua vita.
Lo stesso Michael, cita Ben come una delle sue canzoni preferite. Perché è così importante per lui e come è riuscito a trasmettere tanta emozione?
Beh, anche Michael era un bambino senza amici. Certo, c’erano i suoi fratelli, gli altri membri dei J5. Michael non era mai solo, perchè loro erano sempre presenti. Michael però, non aveva mai dei momenti per esentarsi dalla loro compagnia. Tale situazione non protegge dalla solitudine, al contrario, ostacola l’auto concentrazione e la consapevolezza di sé, prerequisiti indispensabili per instaurare un rapporto di amicizia.
È vero tra Michael e Jermaine l’intesa era speciale. Come cantanti, la sera andavano a letto presto per aver cura della loro voce. Hanno condiviso la camera, perfino in Encino. Mancava però il riserbo. Loro ricordano che durante le tournée si svegliavano presto, quando il padre invitava le fan a dare anche solo uno sguardo mentre loro dormivano. E senza privacy non ci può essere intimità. C’era sempre una presenza molto vicina, troppo presente, che non c’era posto per un amico. Qualcuno con cui confidarsi e sa comunque tutto.
L’amicizia, come l’amore, è inammissibile, se le persone ti conoscono troppo. Pertanto, indipendentemente da quanto fosse forte il legame tra i fratelli, non avrebbero mai potuto sostituire gli amici. Da qui la confessione di Michael “Piangevo a causa della solitudine”.
Non avendo un amico, questo significava essere amico di se stesso, e questa è probabilmente la cosa più brutta che possa capitare ad un bambino, molto peggiore della severità di Joseph Jackson.  Questa è forse, la chiave di lettura del più grande artista del nostro secolo, insieme alle sue tragiche complicazioni dal momento che nulla può compensare tale mancanza.
Si dice che sia l’amore materno, a infondere la capacità di amare, ma non è così. L’amore materno, se è presente consiste in una particolare vicinanza. Questo è il valore principale che lo rende unico. Tuttavia il vero amore è più simile all’amore paterno. Nella prima infanzia, una delle esperienze fondamentali è l’amicizia – “l’amico del cuore”. Lui, però, non c’era, e non c’è mai stato. L’amicizia è la vera scuola di amore per un bambino. Il primo grande affetto, un amore divino, che ognuno è libero di scegliere, e accogliere nel proprio cuore.
E se tale amicizia non c’è mai stata? Il piccolo Michael non aveva amici. Quando un giornalista gli ha chiesto circa la passione con cui aveva cantato ‘Ben’, il ragazzino 14enne ha risposto ingenuamente: “Io ho un topo!”.
Beh, meglio di niente, ma se Michael Jackson ha fatto della sua infanzia perduta il tema della sua vita, probabilmente significa l’amico che non ha mai avuto. Non poteva compensare questo in seguito? No. Non come una celebrità e non certo a Hollywood. “Quando sei un artista famoso, non sai mai chi è tuo amico”, ha detto la megastar da adulto. Per noi sembra semplicemente un truismo, ma per Michael, che non ha niente altro da aggiungere, è una tragedia.
 [Fonte: “Das Phänomen Michael Jackson” di Jochen Ebmeier]

CONTINUA…..

 

 

-Realizzazione, Traduzione e Adattamento di Grazia28 in esclusiva solo per ONLYMICHAELJACKSON
– VIETATA la riproduzione anche parziale in un altro sito Web, metti un link diretto a questo post. Grazie.

DMCA.com Protection Status